Dormire più a lungo migliora la sopportazione del dolore

Dormire dieci ore a notte e non le classiche otto ore migliora la vigilanza e riduce la sensibilità al dolore.
Lo afferma uno studio condotto da un gruppo di ricercatori guidati da Timothy Roehrs, esperto di disturbi del sonno dell’Henry Ford Hospital di Detroit, secondo cui grazie a due ore di sonno in più a notte si registrano, in particolare per quanto riguarda la sensibilità al dolore, risultati migliori rispetto a quelli ottenuti con la somministrazione di 60 mg di codeina.
Lo studio, che è stato pubblicato su Sleep, ha esaminato 18 volontari sani assegnati in modo casuale a quattro gruppi – sonno differenti, variabili tra le 4 e le 10 ore di sonno per notte: sotto monitoraggio onde cerebrali, movimento degli occhi, frequenza cardiaca e tono muscolare.
I risultati hanno messo in evidenza che chi dorme 10 ore per notte riposa circa 1,8 ore a notte in più rispetto a chi ha un ritmo di sonno regolare (circa 8 ore).
A colpire l’attenzione dei ricercatori è stata la migliore sopportazione del dolore, particolarmente evidente in chi dorme di più: i membri del gruppo delle 10 ore di sonno per notte sono infatti stati in grado di mantenere il dito su una fonte di calore per il 25% più a lungo.
Secondo i ricercatori, al contrario, l’aumentata sensibilità al dolore nelle persone stanche sarebbe il risultato della loro sonnolenza sottostante.

Shopping Cart (0)

Carrello

Sconto del 15% con il codice black15. Valido fino al 30/11

X
×

Benvenuto!

Scrivi qui ed uno dei nostri esperti ti risponderà il prima possibile.

× Hai bisogno di aiuto?